Guida essenziale di Kiev per chi arriva per la prima volta

Home     Guida Kiev

Guida essenziale di Kiev

kiev1

La guida di Kiev: esperti in 10 minuti da stampare e portare con Voi - Nov.2006

Preparatevi prima di partire

Vi occorre il passaporto valido per almeno 6 mesi. Non occorre alcun visto (basta ricordarsi l'indirizzo dove abiterete). Gli Euro sono accettati ovunque (le banconote non devono essere deteriorate o scritte o attaccate con lo scotch). Non occorre portarsi dietro la farmacia ce ne sono di ottime localmente, se proprio non ne potete fare a meno fatevi tradurre in inglese o russo che cosa sono e a che cosa vi servono, meglio se avete una prescrizione medica con un timbro del dottore. Le carte di credito sono accettate ovunque, ma solo nei negozi più cari, comunque dato che in Italia non perdete mai d'occhio la vostra carta di credito, non e' il caso di farlo in Ucraina.

Quando arriverà il conto seguite il cameriere usate la carta. Prima di partire fotocopiate passaporto,carte di credito e documenti. Chiamate la vostra banca e fatevi dare il numero per bloccare dall'estero le carte di credito in caso di furto o smarrimento. NON TENETE LE FOTOCOPIE CON I DOCUMENTI !! Prenotate in congruo anticipo un appartamento o un hotel. Kiev non e' una città economica dell'ultimo minuto. Attenti alle truffe prenotate da agenzie serie che hanno recapiti fissi, meglio se hanno sede anche in Italia e non solo cellulari o e.mail. Se pensate di dover usare il treno, localmente prenotatelo con MOLTO anticipo.

In aereo
Non ci sono linee low cost, ma potrete risparmiare facendo uno scalo nelle capitali europee. Portate con voi una penna e l'indirizzo di dove abiterete. Verso la fine volo la hostess Vi consegnerà dei biglietti bianchi doppi che dovrete compilare. Sono l'immigration card che dovrete consegnare appena arrivati al controllo passaporti.

Arrivo all'aeroporto
Appena scesi dall'aereo un pulman vi porterà nel salone arrivi, controllo passaporti, non perdete tempo portatevi verso gli sportelli centrali. Potreste trovare la coda. A sinistra ci sono gli sportelli per i piloti ed i diplomatici, in centro gli stranieri (cioe' Noi) a destra gli ucraini. In caso di coda controllate le file a sx e dx quando sono esaurite gli addetti accetteranno anche voi pur di liberare la sala. Presentate l'immigration card, compilata, ve ne restituiranno la meta timbrata.CONSERVATELA vi servirà.

Dovrete restituirla al controllo passaporti Ucraino al vostro rientro in Italia. Passato il controllo ritirate il bagaglio, nell'attesa ricordate che le Norme Fiscali Ucraine sono severe. Quindi se avete di 1000 euro dichiarateli senza problemi (importo massimo consentito 8000 euro). Dogana Ucraina. Usate i modelli azzurri che sono appesi alle colonne centrali. N.B. dichiarate tutto quello che avete di valore, cosi non avrete problemi al rientro. perdere 5 minuti ora vuol dire non discutere ore o peggio, quando rientrerete. Se andate in auto state molto attenti, molti doganieri aspettano al varco il pollo che non ha fatto la dichiarazione. Casualmente sono i soli che hanno i telefonini, la telecamera, l'orologio ultimo modello (La vita è strana) Dovete dichiarare tutto quello che vale più di 100 euro. Superata la guardia di Finanza entrerete nel salone vero e proprio dell'Aeroporto.

BENVENUTI A KIEV Sconsigliamo di cambiare soldi in aeroporto chiaramente il cambio non e' favorevole,adesso dovete trovare un taxi. Oltrepassate la calca dei tassisti più o meno ufficiali uscite nel piazzale e preparatevi a trattare. (personalmente consigliamo di rivolgervi ad uno sportello TAXI, (pagherete 5 euro in più ma saprete come rintracciarli) oggi 25-30 euro sono la cifra corretta per andare dall'aeroporto al centro di kiev. Sono circa 35 km di ottima autostrada (l'unica dell'Ucraina) Arrivo in città: Arrivati all'albergo, in caso di problemi dovrebbe esserci la portineria, se avete scelto un appartamento controllate subito che ci sia tutto asciugamani,acqua calda,carta igienica.

E' vero che siete stanchi ma perdere ora 5 minuti vuol dire non avere problemi poi. Provate voi a chiudere ed aprire la porta ed il portoncino (normalmente è una serratura a combinazione numerica). Noi controlliamo tutti gli appartamenti ma può capitare l'imprevisto ed e' inutile che ci chiamiate alle 02.00 di notte per chiederci la carta igienica NON VE LA PORTERA'NESSUNO . Capisco l'emergenza: porta bloccata, vi siete persi, state male o vi siete fatti male ma confidiamo in un minimo di rispetto reciproco, di notte chi lavora tutto il giorno vorrebbe riposare.

Ora che vi siete accertati di tutto lasciate il bagaglio, saldate il conto (consiglio antitruffa se possibile pagate nell'ufficio dell'agenzia almeno saprete dove sono e chi sono). Se vi siete affidati a noi e' ora di fare una veloce passeggiata per capire come cambiare in valuta locale, dove sono i ristoranti economici,dove abitate,quali sono i numeri utili,dove sono i locali interessanti e dove quelli poco raccomandabili. 


Cambiavalute
In tutto il centro di Kiev ci sono cambiavalute che devono esporre grossi cartelli gialli con la quotazione ufficiale. Fate attenzione che sulla parete (normalmente il vetro) dello sportello deve esserci un foglio con la stessa quotazione. Questa e' la quotazione che il cambiavalute deve offrire. Attenti alle truffe e' meglio cambiare a 6.40 grivna per 1 euro che a 6.045 o peggio a 5.051 La cosa assurda e' che e' capitato anche a noi per la fretta di cascarci come polli.

Cambiate solo il necessario 50 o 100 euro la volta. E' più sicuro lasciate il denaro imboscato in 2 metà nell'appartamento e portarsi i soldi contati 100 euro che rischiare in strada. Non e' pericoloso ma i lestofanti e gli imbroglioni ci sono in tutto il mondo e 100 euro sono uno stipendio medio in Ucraina quindi e' inutile metterli in mostra. Non lo fate in Italia perchè farlo all'estero ? (consiglio antitruffa se vedete un rotolo di banconote per terra lasciatele dove sono, gli unici soldi buoni sono i vostri)

Telefono
La prima cosa da fare e' dotarsi di una Sim Ucraina per non pagare il roaming (anche 4 euro al minuti) se siete nostri cliente ve la facciamo trovare nel pacchetto offerto con comunicazione del vostro numero già in Italia (cosi lo date ai parenti e vi farete chiamare da loro o invierete sms) in alternativa compratela nel primo negozio di telefonia.

Non c'e' contratto basta comprarla e ricaricarla di volta in volta. Dura tre mesi rinnovabili ad ogni ricarica quindi comodissima per comunicare con gli amici o i partner di lavoro. Se la perdete non si può duplicare. ATTENZIONE POTETE USARLA SOLO CON TELEFONI LIBERI Quindi non insistete a lamentarvi se non funziona con il telefono di 3 che vi hanno praticamente regalato.

Ristoranti
In tutto il centro di Kiev ci sono molti ristoranti tipici o self service locali che costano pochissimo con 4 euro pranzate. Consigliamo tutti di provare i "posata hata" (uno e' in bessarabska e l'altro al passage del viale principale kreshatik)dove passate con un vassoio e scegliete i piatti pronti. Non e' solo la questione del risparmio e' che non dovete ordinare da un menù scritto in cirillico! Ci sono molti ristoranti con menù in inglese a pochi passi ma il prezzo decolla a 20 -40 euro.

Discoteche
Kiev e' piena di discoteche e locali per tutti i gusti e tutte le tasche. Un solo consiglio cercate una copia del giornale Afisha è vero che e' scritto in russo. MA CI SONO SCRITTE ANCHE TUTTE LE FESTE DELLA SETTIMANA con relativi indirizzi e prezzi non e' difficile capire indirizzi date (il giornale è settimanale) prezzi e tipo di festa.

Ambasciata d'Italia
In Yaroslav val 32b vicinissima al centro di Kiev c'e' la nostra Ambasciata aperta dal lunedi al venerdi, nonostante le molteplici critiche sul web, Vi posso assicurare che dall'abolizione dei Visti e con l'aumento del turismo fanno i miracoli. Ho perso il conto delle persone che perdono documenti, sono coinvolte in incidenti stradali fanno gli sprovveduti e poi si precipitano alla nostra Ambasciata sperando nei miracoli. Il personale e' numericamente insufficiente, fa del suo meglio (talvolta anche di più) ma ha solo 2 mani e una testa quindi andateci solo se realmente ne avete bisogno.

Il Carabiniere all'ingresso, persona competente e fin troppo gentile potrà darvi le prime indicazioni, non perdete tempo ad ascoltare le 100 stupide leggende di Kiev, specie quelle messe in giro ad arte dai truffaldini che circondano le ambasciate. Se avete un problema serio chiedete al Carabiniere se non avete niente da fare fatelo da un'altra parte! Lui e' già troppo impegnato a controllare e indirizzare le centinaia (e non scherzo)di persone che quotidianamente si DEVONO recare alla nostra Ambasciata per richieste serie.

Truffe
Prenotate solo da chi vi offre un minimo di garanzie e recapiti fissi, meglio se anche in Italia. E' prassi anticipare il costo di una notte e del taxi e saldare all'arrivo nell'appartamento (perdete 5 minuti e visitate l'ufficio di chi vi prenota l'appartamento e prende i vostri soldi almeno sapete che esiste, chi è e dove stà) Non ci sono tasse extra da pagare per nessuna ragione. Se vedete un rotolo di banconote per terra, non le ha perse nessuno, non toccatele scansatele come la peste. Ci sono 8 furbacchioni compreso un falso poliziotto li intorno che aspettano solo voi.

Poliziotti
A Kiev i poliziotti sono quasi tutti giovani perchè le vecchie volpi il governo le ha fatte sparire quasi tutte. Nota Bene in Ucraina i poliziotti VERI sono sempre in divisa. Se sono in borghese ed insistono guardatevi intorno cercate una divisa ed andateci con calma ma decisi. In alternativa pretendete di andare al Comando di Polizia senza alcun dubbio. Fate con calma solo i truffatori cercano di metterVi fretta o di distrarvi, nel dubbio dite che dovete chiamare l'Ambasciata e fate finta di telefonare e parlate decisamente al vostro telefono. I poliziotti in divisa hanno il diritto di chiedervi il passaporto originale, quindi estraete dal passaporto la immigration card esibite il passaporto e poi esibite la card, sarete sicuri che non si perderà per strada. Vi occorrerà al rientro.

Uso dell'automobile
In ucraina sconsigliamo l'uso dell'automobile. Fate prima ad affittare un'auto con conducente e guida lui. NON POTETE GUIDARE L'AUTO SE AVETE BEVUTO UN GOCCIO DI ALCOOL IL LIMITE E' ZERO MILLIGRAMMI. LA SANZIONE E' IL SEQUESTRO DELL'AUTO ED UN PROCESSO PENALE. (se vi beccano vi proporranno una tangente di 100 dollari PAGATE! fermatevi a mettetevi a dormire) Non pagate mai mance superiori ai 20- 50 grivna invece per qualunque altra sanzione fatevi fare la multa. Costa meno della tangente. In caso di incidente anche lieve non muovete il veicolo ed attendete la polizia. Non importa se in 3 minuti ci sarà l'ingorgo più catastrofico che avrete mai visto. NON muovete l'auto!

Cosa dovete vedere se possibile
Kiev, Kiyv Kiiv, La sua posizione sulla sponda destra del fiume Dnepr ne fa un porto fluviale e un importante centro commerciale. Ha industrie chimiche, meccaniche, elettrotecniche, alimentari, cantieristiche, tessili, calzaturiere, del legno e del cemento. I suoi monumenti testimoniano l'antico splendore di una città che, fondata nel tra il V e il VI sec., fu la prima capitale della Russia e ha sempre ricoperto un ruolo fondamentale nella storia e nella cultura russe. Oltre a essere la culla della civiltà russa, è tutt’oggi uno dei centri spirituali più importanti della Chiesa ortodossa.

Kiev è la città madre dell'Ucraina, della Russia e della Bielorussia. I tre stati discendono tutti dalla Rus' di Kiev, l'entità sovrastatale slava esistita dal IX all'XI secolo. Il palazzo imperiale, la cattedrale bizantina di Santa Sofia, la chiesa di Sant'Andrea in stile barocco, i resti della porta d'Oro dell'XI sec. sono alcune delle sue attrattive artistiche. È anche centro culturale e intellettuale dell'Ucraina, ricca di biblioteche e sede di università. Questa e' la città che ogni persona di passaggio per turismo o per lavoro non dovrebbe mancare di visitare.

E' la capitale della Repubblica Ucraina una quieta città immersa in un parco su 7 colline. Se affittate un appartamento o un albergo a Kiev, cercatelo nelle immediatezze del centro, cosi potrete visitarne una buona parte a piedi. Risparmiando sui taxi. La visita a Kiev parte dalla collina di Vladimir da cui si gode una suggestiva vista sul fiume Dnepr con il porto, la funicolare, il belvedere e il parco. Sulla discesa di Sant'Andrea sorge l'omonima chiesa (con relativo mercatino dei souvenir da contrattare).

Primo e più caratteristico dei quartieri della città è "Podol" con il Cortile dei Mercanti.Il centro di Kiev è particolarmente caratteristico: lunghe file di alberi, chioschi all'aperto e panchine ovunque!! I luoghi più significativi dell'arte nella capitale sono la Cattedrale di Santa Sofia del 1037 con affreschi e mosaici di grande valore, la chiesa del Salvatore, la chiesa di S. Cirillo, la chiesa di S. Giorgio, i bei parchi e i giardini lungo le rive del Dnepr, invitanti anche per una gita in battello. Il Monastero delle Grotte di Pechersk è il principale e più antico sito storico dell'Ucraina, la chiesa di Tutti i Santi, le Catacombe ed i tunnel e il campanile, visitabile se si ha il coraggio si salire fino in cima (saranno 300 gradini, io non ci sono mai salito).

Non tutta l'area è pubblica, parte è riservata ai monaci che ci vivono ancora, dato il suo utilizzo a luogo di culto, si pretende un certo abbigliamento consono (sono disponibili per le donne dei foulards per coprire il capo a noleggio). In tutta l'area e' vietato fumare. La Città Vecchia si concentra intorno all'estremità nord-orientale di vulitsya Volodymyrska e annovera buona parte dei monumenti storici di Kiev. L'edificio più importante è la Cattedrale di Santa Sofia, dell'XI secolo, che ospita alcuni dei maggiori mosaici e affreschi del paese.

L'agglomerato urbano nel suo complesso si sviluppa in prevalenza sulla sponda destra del fiume, dove si trova il centro storico, con un fitto tessuto di strade strette e tortuose, sul quale si innestano diverse moderne direttrici tangenziali e radiali (fondamentale la Kreshatik), raccordate da vaste piazze. Qui sono ubicate le attività direzionali e amministrative, mentre i quartieri residenziali si estendono tutt'intorno, sia pure intercalati da aree verdi. Andriyivsky vziz (Via), la strada più affascinante di Kiev, si snoda in direzione nord dalla Città Vecchia fino all'inizio del quartiere di Podil, lo storico quartiere dei mercanti, dove ha sede anche il porto fluviale.

L’intera parte vecchia della città merita di essere visitata, in particolare la zona circostante via Kreshatik, che va dal centro della città fino al porto fluviale, ricca di locali, caffetterie, negozi e case d’epoca ben conservate. Il cuore di Podil è costituito da Kontraktova ploshcha, la piazza famosa per l'enorme Kontraktova Dim (Casa dei Contratti), con bianche arcate, che occupa il centro della piazza. L'edificio, che risale al 1817, ospita oggi ristoranti, gallerie e uffici. La cattedrale di S. Sofia è un edificio religioso di grande valore artistico: al suo interno si possono ammirare splendide icone e affreschi ben conservati.

Al periodo in cui la città fu capoluogo del principato di Kiev risalgono altre chiese in pietra e mattoni di tipo bizantino: la cattedrale della Dormizione (1073-78); la cattedrale di S. Michele (1070-88) con notevoli mosaici e affreschi; la chiesa di S. Cirillo, con affreschi della metà del XII secolo. Dopo un lungo periodo di decadenza, una vigorosa ripresa si ebbe nel periodo barocco, per influenza dell'arte occidentale: gli edifici più notevoli sono opera dell'italiano B. F. Rastrelli (l'ex palazzo degli imperatori; S.Andrea); altre costruzioni notevoli del Settecento sono l’antica accademia nel quartiere di Podol, il campanile della Lavra Kieva Pecerskaja, le chiese di S. Nicola e dell'Intercessione a Podol e il Kovnirovskij korpus. Interessanti il museo d’arte ucraina, con la sua collezione di artisti a partire dal 1500 fino ai giorni nostri, e il museo d’arte antica.

A sud della cattedrale, vi è il viale principale di Kiev destinato allo shopping, ulitsa Kreshchatik, una via affollatissima e piena di negozi. All'estremità meridionale di Kreshatik, il Mercato di Bessarabska (con la nostra sede turistica) pullula di venditori di frutta, di verdura e caviale. La Città Vecchia è facilmente raggiungibile a piedi dal centro.Più a nord-ovest si trova l'agghiacciante, ma allo stesso tempo affascinante, Museo di Chernobyl, che testimonia il più grande disastro nucleare della storia. Non dimenticate che è avvenuto a soli 100 km in direzione nord. Poco più a ovest, sorge la Chiesa di Mykola Prytysko, che risale al 1631.

L'esterno intonacato e il tetto verde costituiscono un ottimo esempio di architettura del primo barocco ucraino.A sud della Città Vecchia, lungo il fiume, sorge il quartiere di Pechersk, lo storico centro ecclesiastico dove ha sede il Monastero delle Grotte, fondato nel 1051. Situato sui pendii boscosi che costeggiano il Dnipro, pochi chilometri a sud del centro della città, è costituito da numerose chiese con cupole dorate, da labirinti sotterranei che custodiscono le spoglie mummificate dei monaci e da eleganti edifici monastici che oggi sono diventati musei (in uno di essi sono conservati molti ori degli sciti). La Cattedrale della Dormizione, che fa parte del complesso del monastero, risale alla fine dell'XI secolo.

Nonostante sia stata parzialmente distrutta dall'Armata Rossa durante la seconda guerra mondiale, è ancora oggi uno dei migliori edifici religiosi barocchi del paese. A nord della cattedrale sorge il Museo Storico dei Tesori, che conserva soprattutto oggetti artigianali, pietre e metalli preziosi. La sezione di maggior pregio del museo è senza dubbio quella che ospita l'oro degli sciti del IV secolo a.C. È possibile altresì ammirare un plastico di Kiev del XII secolo, oltre a coppe riccamente decorate, croci, calici e icone di artisti ucraini, russi, polacchi e lituani. Il quartiere di Pechersk è collegato con il centro di Kiev tramite un servizio di autobus urbani.

Il Museo di Architettura Popolare si trova 12 km a sud del centro, ma vale davvero la pena di visitarlo. Immersi in colline panoramiche vedrete numerosi cottage, chiese, fattorie e mulini a vento di legno dei secoli compresi tra il XVII e il XX. Molti di essi presentano bellissimi giardini e, all'interno, mobili molto ben conservati. Il museo è diviso in sette piccoli villaggi che rappresentano le tradizioni delle diverse regioni; inoltre, ci sono alcuni buoni ristoranti e un negozio di articoli da regalo. Il museo è collegato al centro della città tramite un servizio di autobus. C'è una sola guida turistica in italiano, difficile da rintracciare, possiamo prenotarvela.

Rientro in Italia
Considerato che in caso di incidente non si possono muovere i veicoli coinvolti e quindi l'ingorgo e' sempre una variabile accettabile. Preparatevi un rientro comodo prenotate un taxi almeno 2 ore e mezza prima della partenza. Controllate la stanza, non lasciate nulla. Riconsegnate la chiave. Nota Bene potete esportare:1 litro di vodka, 1 stecca di sigarette.E' vietato esportare pezzi di qualunque genere che abbiano più di 50 anni.

E' un tentato suicidio tentare di esportare icone, orologi, strumenti musicali anche legalmente comprati se sprovvisti delle dichiarazioni del Ministero corredate da perizia e foto che il pezzo in oggetto non e' di interesse nazionale. Non mi chiedete come ma la polizia delle frontiere trova tutto!

All'aeroporto
C'e' un solo terminal internazionale, nella parte centrale l'ingresso e' sul lato destro (l'uscita e' su quello sx ma non e' importante) entrati nel salone portatevi il più a dx possibile e ci sono i chek in, se avete con voi valuta superiore ai 1000€ rifate la dichiarazione di valuta.

Superato il chek in recatevi al piano superiore c'e il controllo dei passaporti la restituzione dell'immigration card e fatevi timbrare l'eventuale dichiarazione di valuta. Superatolo potreste essere fermati dalla guardia di Finanza che ha il diritto di farvi domande ed eventualmente perquisire sia voi che il bagaglio.

Spero che questa micro guida pratica vi sarà o vi sia stata utile. L'ho compilata di getto attingendo a molti anni di esperienza. La inviamo gratuitamente a richiesta, tramite email

Raimondo Terzaghi Vi augura buon viaggio con un ultimo consiglio - regalo, stampate questa pagina e in caso di bisogno, anche se non siete nostri clienti chiamateci vedremo come potervi aiutare.

 



Per le tue esigenze in Ucraina

In qualsiasi caso ci sia la necessità di un appoggio legale in Ucraina puoi contare su di noi!

+38 044 2780927 O Contattaci

Created by: Intergadget.eu